Il Carmelo prega con Elia

Come invocarlo

Che cos'è una novena?

Dal Vangelo di Luca appare chiaro che la forza che animava gli apostoli era certamente lo Spirito Santo e ciò che dobbiamo considerare attentamente è come Egli sia sceso sopra di loro mentre erano riuniti insieme in una preghiera comunitaria seguendo l'insegnamento dato da Gesù "Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro" (Mt 18, 20).

Una Novena di preghiera e d'intercessione è dunque un'antica tradizione della Chiesa. Si ispira alla preghiera fatta con un cuore solo dagli apostoli, riuniti attorno a Maria nel Cenacolo, durante i nove giorni che separano l'Ascensione del Signore dalla discesa dello Spirito Santo il giorno di Pentecoste (At 2, 1-4).

Questa perseveranza nella preghiera fu suggerita anche da San Paolo "Pregate continuamente..." consigliava ai Tessalonicesi ben sapendo come una richiesta continua, e fiduciosa, sia il mezzo migliore per ottenere quanto desiderato. Si ricorda, a proposito, anche la parabola dell'amico importuno (Lc 11, 5-8) che, sorpreso dall'arrivo notturno di un amico, si rivolse ad un altro amico che si era già coricato richiedendo del pane; pane che gli venne concesso soltanto dopo una insistente preghiera.

Ogni Novena persegue un fine spirituale o materiale. Nessun aspetto della nostra vita è indifferente, e meno ancora straniero, al Padre Nostro che è nei Cieli. Egli ci accorda ogni grazia, ogni dono che favorisce la nostra crescita spirituale, a condizione che noi glielo chiediamo: "Chiedete e vi sarà dato" (Mt 7, 7; Gv 14, 13-14; Lc 11, 9-13).

Il nostro Padre celeste ama ricolmare i suoi figli di cose buone. Esaudisce le nostre preghiere a suo tempo, il che, naturalmente, non corrisponde sempre alle nostre attese. A modo suo non lascia alcuna preghiera inascoltata: anche se le risposte non sono le nostre, possiamo essere certi che "tutto concorre al bene di coloro che amano Dio" (Rm 8, 28). Una novena produce buoni frutti quando è fatta con fervore e nel totale abbandono alla volontà di Dio.

La Novena per la festa del profeta Elia ha inizio l'11 luglio essendo la sua memoria liturgica il 20, ma la preghiera può essere fatta anche in ogni periodo dell'anno.

NOVENA A SANT'ELIA PROFETA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre, Credo.

PRIMO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, o Patriarca e nostra Guida Sant'Elia, per lo zelo che aveste dell'onor di Dio quando vi opponeste all'idolatra Acab ed ai suoi falsi profeti, i quali pretendevano ad ogni costo farvi adoratore di falsi Numi, vogliate ottenerci da Dio il vero zelo del suo onore, onorandolo e temendolo, e che sia da tutti onorato e temuto il suo Santissimo Nome.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.

SECONDO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, o zelante campione dell'onor di Dio, per quel gran merito, per cui otteneste che per tre anni e sei mesi non piovesse né cadesse rugiada sulla terra per ricondurre i figli d'Israele alla fede del vero Dio, vogliate ottenerci da Dio di vivere e morire nell'osservanza della sua Santa Legge, e che vogliamo convertirci ai suoi dettami.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.

TERZO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, o prodigioso Tesbita, per la grande fiducia che aveste in Dio grazie alla quale otteneste che scendesse il fuoco divoratore dal cielo a consumar le vittime da voi designate per screditare le offerte dei sacerdoti di Baal, vogliate ottenerci da Dio viva confidenza nel suo aiuto nelle nostre necessità spirituali e temporali, e che vogliamo finalmente disingannarci dalle apparenti lusinghe di questo mondo.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.

QUARTO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, o grande operatore di miracoli, per quella carità che ardeva nel vostro cuore e verso Dio e verso il prossimo allorché vi esponeste a mille patimenti e disagi, peregrinando dall'empia Corte di Samaria per le solitudini della Siria e manifestando dappertutto la Santa Legge, vogliate ottenerci da Dio che noi per amor suo e del nostro prossimo non temiamo alcun pericolo, neanche quello di perdere la propria vita.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.

QUINTO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, voi che siete stato favorito della divina condiscendenza, per quella gratitudine affettuosa verso la povera vedova di Sidone, a cui voi, avendovi dato vitto e ricovero nel misterioso viaggio, impetraste non mancarle né farina né olio nei suoi vasi durante la carestia, vogliate ottenerci da Dio di essere anche noi sempre grati a Lui come a nostro, affettuosissimo Padre provvidente, che ci dà vitto e sostegno nel faticoso viaggio di questa misera vita.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.

SESTO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, o dispensatore segnalato dei tesori della natura, per quella grande potenza che vi comunicò il Signore, allorché risuscitaste il figlio morto della vedova di Sidone, distendendovi sul suo cadavere, vogliate ottenerci da Dio di risorgere dai nostri vizi, sottomettendoci di buona voglia alla croce della salutare penitenza.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.

SETTIMO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, o Beniamino del Sacro Amore, per la vostra somma umiltà allorché, perseguitato a morte dalla regina Gezabele, viveste solitario e mendico lungo le riviere di Cherit col sostegno di un corvo che vi nutriva, vogliate ottenerci da Dio il suo santo timore, col quale, allontanandoci sempre più da ogni occasione di peccato, ci sian cibo di eternità le stesse suggestioni del nemico infernale.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.

OTTAVO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, o depositario fedele delle divine condiscendenze, per quella grazia che riceveste di esser cibato col pane, figura della Santa Eucaristia, svegliandovi l'Angelo dal sonno sotto il ginepro col quale cibo confortato camminaste per il deserto quaranta giorni fino al monte Oreb, vogliate ottenerci da Dio un vivo desiderio di degnamente ricevere la Santa Eucaristia, vero e sicuro viatico a camminare pel deserto di questo mondo, finché giungeremo in salvezza nel Santo Paradiso.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.

NONO GIORNO

Devotamente vi supplichiamo, o potente nostro Protettore, per quel favore speciale concessovi da Dio di farsi da Voi vedere a faccia a faccia il Salvatore Gesù sul monte Tabor nella sua gloriosa trasfigurazione, di volerci ottenere da Dio la grazia di vivere sempre con la considerazione che Iddio ci vede, affinché, serbandoci sempre degni dei suoi purissimi occhi, possiamo svelatamente vederlo nel Santo Paradiso.

Pater, Ave e Gloria.

PREGHIERA - Dio onnipotente ed eterno, che hai concesso al profeta Elia di vivere alla tua presenza e di consumarsi per lo zelo della tua gloria, dona ai tuoi servi di cercare sempre il tuo volto, per essere nel mondo testimoni del tuo amore.