Breve profilo del Carmelo oggi

Così come l'Ordine Secolare, esiste un altro gruppo di Associazioni nate dallo stesso ceppo del Carmelo Teresiano. La loro figura giuridica viene contemplata nel Diritto Canonico (CIC 298-311).

Nella legislazione dei Fratelli dell'Ordine, redatta precedentemente agli ultimi documenti ecclesiali, è menzionata solamente una Associazione per le sue tradizionali radici nell'Ordine. La sua indole e formulazione, ricordata nella lettera "Neminem profecto" di Pio XII, può servire da paradigma per le altre:

"Tra le opere di apostolato assai consone all'Ordine c'è anche la cura della Confraternita della B. Maria Vergine del Monte Carmelo i cui membri, insieme a noi, fanno parte dell'unica e medesima famiglia della Madre Santissima" (Norme 56).

Il documento sinodale Vita Consecrata stabilisce le linee di identità e di azione:

"Sulla scia di esperienze storiche come quella dei diversi Ordini secolari o Terz'Ordini, è iniziato un nuovo capitolo, ricco di speranze, nella storia delle relazioni tra le persone consacrate e il laicato" (54).

"Questi nuovi percorsi di comunione e collaborazione meritano di essere incoraggiati per diversi motivi" (55).

"Una espressione significativa di partecipazione laicale alle ricchezze della vita consacrata è l'adesione di fedeli laici ai vari Istituti nella nuova forma dei cosiddetti membri associati o, secondo le esigenze presenti in alcuni contesti culturali, di persone che condividono, per un certo periodo di tempo, la vita comunitaria e la particolare dedizione contemplativa o apostolica dell'Istituto, sempre che ovviamente l'identità della sua vita interna non ne patisca danno" (56).

Queste Associazioni possono avere un carattere universale o locale: quelle di carattere universale hanno connotazioni simili all'Ordine Secolare, erette o approvate dal Governo centrale dell'Ordine, con i loro propri Statuti. Quelle di carattere locale sono di una regione o di un luogo determinato, e sono le tradizionali già esistenti e le nuove, erette o approvate dal Consiglio della corrispondente Circoscrizione dell'Ordine.

Ambedue, (universale e locale), sono contemplate nel Diritto Canonico: "Il consenso del Vescovo diocesano per l'erezione di una casa di un istituto religioso vale anche per l'erezione, presso la stessa casa o presso la chiesa annessa, di una associazione propria di quell'Istituto" (CIC 312, par. 2).

Nella nostra storia, le Associazioni proprie dell'Ordine, erette con carattere universale, sono state pure confermate dalla Sede Apostolica. E sono le seguenti:

Confraternita della Madonna del Carmine (da tempo immemorabile).
Confraternita del Bambino Gesù di Praga (1913).
Cori Mariani Missionari (1922).
Pia Unione di Santa Teresa del Bambino Gesù (1926).
Istituti e Associazioni aggregati all'Ordine

Sotto questo aspetto, secondo il diritto canonico attuale, entrerebbero a farne parte quattro gruppi aggregati all'Ordine dei Carmelitani Scalzi:

a) Congregazioni religiose,
b) Istituti secolari,
c) Società di Vita Apostolica,
d) Associazioni di fedeli.

Al momento nessun gruppo di Società di Vita Apostolica è stato aggregato all'Ordine. Di conseguenza, in questo "Conspectus" sono ricordati solo gli altri tre gruppi.

"L'aggregazione di un istituto di vita consacrata ad un altro è riservata all'autorità competente dell'istituto aggregante, salva sempre l'autonomia canonica dell'istituto aggregato" (CIC 580).

Si deve quindi tenere presente che quanto viene detto per gli istituti di vita consacrata vale, a maggior ragione, per le Associazioni.

La aggregazione ha, quale effetto iniziale, l'ingresso nella comunione (fraternità, famiglia, comunità spirituale, non giuridica) dell'istituto aggregante, con la partecipazione ai vantaggi o privilegi spirituali dello stesso.

Di conseguenza, l'istituto aggregato conserva la sua totale autonomia, escludendo qualsiasi dipendenza o sottomissione giuridica da parte dell'istituto aggregante.

Tuttavia, perché vi sia una possibilità di aggregazione, è necessario che esista una affinità carismatica o spirituale tra i due istituti.

Gli Ordini che possono aggregare fino ad ora sono: i frati minori, i frati conventuali, i cappuccini, il terz'ordine francescano, i domenicani, gli agostiniani, i carmelitani, i serviti, i benedettini.