La voce dei Papi

Nota per i visitatori del sito

Chiunque fosse in grado di trovare altri testi o affermazioni fatte dai papi sullo scapolare è vivamente pregato di scrivere a sangalli.antonio@tiscali.it

San Pio X

Chi indossa lo Scapolare per mezzo di esso viene associato, in modo più o meno stretto, all'Ordine Carmelitano. Egli perciò deve sentirsi impegnato a una speciale dedizione alla Vergine, al suo culto e alla sua imitazione: elementi essenziali di quella vocazione carmelitana di cui nella Chiesa lo Scapolare rende partecipi. Così lo hanno considerato i numerosi santi, che non hanno mai voluto separarsene e che lo hanno considerato vincolo di unione a una famiglia religiosa, di cui volevano vivere l'impegno di particolare dedizione alla Madonna, sicuri della sua speciale protezione materna durante la vita e nell'ora della morte.

PIO XII (1939-1958)

Era membro della Confraternita dello Scapolare. "Quante anime buone hanno dovuto la loro suprema conversione e salvezza eterna allo Scapolare che indossavano. Quanti, grazie ad esso, hanno sentito la protezione materna di Maria! La devozione allo Scapolare ha fatto riversare su tutto il mondo fiumi di grazie spirituali e temporali" (1951).

Per tutti coloro che lo indossano lo Scapolare diventi memoriale della Madonna, specchio di umiltà e di castità, breviario di modestia e di semplicità, eloquente espressione simbolica della preghiera d'invocazione dell'aiuto divino.

Beato GIOVANNI XXIII (1959-1963)

Papa Roncalli indossava lo Scapolare. "Per mezzo dello Scapolare io appartengo alla vostra famiglia del Carmelo e apprezzo molto questa grazia come assicurazione di una specialissima protezione di Maria" (ai Carmelitani Scalzi di Avon).

Servo di Dio PAOLO VI (1963-1978)

"I fedeli stimino molto le pratiche e le devozioni verso la Madonna raccomandate dal Magistero lungo i secoli, tra le quali crediamo di dover ricordare espressamente il Rosario e l'uso religioso dello Scapolare del Carmelo" (2 febbraio 1965).

Lo Scapolare del Carmine è una forma di pietà che per la sua semplicità è adeguata alla comprensione di tutti e si è largamente diffusa fra i cristiani con tanti frutti salutari.