Cronologia Teresiana

Un "disegno grande" in una "piccola storia"
Gli inizi di un itinerario evolutivo: prima infanzia ad Alençon

1873

Giovedì 2 gennaio: in rue Saint-Blaise 36 (oggi n° 42), ad Alençon, cittadina della Normandia situata nel nord della Francia, nasce Teresa, quinta figlia vivente dei coniugi Luigi e Zelia Martin. Allora Alençon contava 16 mila abitanti.

Sabato 4 gennaio: Battesimo nella chiesa di Notre-Dame; riceve il nome di Maria Francesca Teresa.

Sabato 15 o domenica 16 marzo: dopo una grave crisi intestinale viene messa a balia a Semallé.

Fratelli di Teresa:

22 febbraio 1860: nasce Maria Luisa, futura carmelitana, muore il 19 gennaio 1940.
7 settembre 1861: nasce Maria Paolina, futura carmelitana, muore il 28 luglio 1951.
3 giugno 1863: nasce Maria Leonia, futura visitandina, muore il 16 giugno 1941.
13 ottobre 1864: nasce Maria Elena, muore all'età di sei anni il 22 febbraio 1870.
20 settembre 1866 nasce Maria Giuseppe Luigi, muore il 14 febbraio 1867.
19 dicembre 1867 nasce Maria Giuseppe Giovanni Battista, muore il 24 agosto 1868.
28 aprile 1869 nasce Maria Celina, futura carmelitana, muore il 25 febbraio 1959.
16 agosto 1870 nasce Maria Melania Teresa, muore l'8 ottobre 1870.
1874 - un anno

Giovedì 2 aprile: Teresa rientra definitivamente in famiglia ad Alençon.

1875 - due anni

Teresa incomincia a leggere e, imitando la sorella Paolina, sostiene di voler diventare "religiosa".

Lunedì 29 marzo: viaggio in ferrovia con la mamma a Le Mans, presso la zia visitandina.
1876 - tre anni

Viene scattata la prima fotografia a Teresa, vi appare "imbronciata".

La crisi dell'infanzia e la prima conversione

1877 - quattro anni

Mamma Zelia è ammalata da tempo di un tumore al seno inguaribile.

Sabato 24 febbraio: morte della zia visitandina.

Venerdì 18 - mercoledì 23 giugno: pellegrinaggio di Zelia Martin a Lourdes, con Maria, Paolina e Leonia, per ottenere la guarigione.

Mercoledì 28 agosto: morte di Zelia Martin alle ore 00.30.

Giovedì 29 agosto: suoi funerali.

Giovedì 15 novembre: la famiglia Martin si trasferisce ai Buissonnets, quartiere residenziale di Lisieux.
1878 - cinque anni

Venerdì Santo, 5 aprile: Teresa comprende per la prima volta una predica sulla Passione.

Lunedì 17 giugno - martedì 2 luglio: Luigi Martin a Parigi con Maria e Paolina per visitare l'esposizione. Teresa è affidata alla zia Guérin.

Giovedì 8 agosto: a Trouville Teresa vede il mare per la prima volta.

1880 - sette anni

All'inizio dell'anno o alla fine del precedente: prima confessione.

1881 - otto anni

Lunedì 3 ottobre: entra come semiconvittrice nell'Abbazia benedettina di Lisieux.

1882 - nove anni

Lunedì 2 ottobre: Paolina, la sua "seconda mamma", entra nel Carmelo di Lisieux. Teresa, preparata in famiglia, viene iscritta ad una classe successiva.

1883 - dieci anni

Domenica 25 marzo: Teresa cade ammalata a casa degli zii Guérin.

Venerdì 6 aprile: vestizione di Paolina, divenuta suor Agnese di Gesù, a cui Teresa partecipa.

Domenica 8 aprile: morte della nonna Martin.

Domenica 13 maggio, Pentecoste: guarigione improvvisa con il sorriso della Madonna.

"Non trovando alcun soccorso sulla terra, la piccola Teresa si era pure rivolta verso la Madre del Cielo, pregava con tutto il cuore di avere pietà di lei... Improvvisamente la Santa Vergine mi parve bella, così bella che mai avevo visto qualche cosa di così bello. Il suo volto spirava una bontà e una tenerezza ineffabili, ma quello che penetrò fino in fondo alla mia anima fu il "sorriso incantevole della Santa Vergine". Allora tutte le mie pene svanirono, due grosse lacrime spuntarono dalle mie palpebre e colarono silenziosamente sulle guance, ma erano lacrime di una gioia senza nubi. La Santa Vergine mi ha sorriso, pensai, come sono felice...". (Manoscritto A)

Lunedì 20 - giovedì 30 agosto: vacanze ad Alençon.

1884 - undici anni

Giovedì 8 maggio: prima Comunione di Teresa all'Abbazia e Professione di suor Agnese di Gesù al Carmelo.

Giovedì 22 maggio: seconda Comunione.

Sabato 14 giugno: all'Abbazia Mons. Hugonin, Vescovo di Bayeux, amministra la Cresima a Teresa.

Agosto: vacanze nella proprietà della zia a Saint-Ouen-le-Pin.

Lunedì 6 ottobre: rientro all'Abbazia per la scuola.

1885 - dodici anni

Domenica 3 - domenica 10 maggio: vacanze al mare a Deauville.

Domenica 17 - mercoledì 20 maggio: ritiro spirituale, si profila la prima crisi di scrupoli.

Giovedì 21 maggio: rinnovazione solenne della prima Comunione.

Luglio - agosto: vacanze a Saint-Ouen-le-Pin.

Sabato 22 agosto - sabato 10 ottobre: viaggio di Luigi Martin a Costantinopoli (sette settimane).

Settembre: vacanza con Celina a Villa Rosa, a Deauville.

Lunedì 5 ottobre: rientro di Teresa, ormai sola, all'Abbazia.

Il superamento dell'infanzia

1886 - tredici anni

Febbraio - marzo: Teresa smette gli studi all'Abbazia e inizia le lezioni private.

Luglio: Teresa soggiorna a Trouville senza Celina.

Inizio di ottobre: viaggio con il padre e le sorelle ad Alençon.

Venerdì 15 ottobre: ingresso di Maria al Carmelo di Lisieux.

Fine ottobre: i fratellini del Cielo liberano Teresa dagli scrupoli.

Mercoledì 1 dicembre: Leonia, dopo il tentativo di vita monastica, rientra in famiglia.

Sabato 25 dicembre: la "grazia della Notte di Natale". "...sentii che la carità mi entrava nel cuore, col bisogno di dimenticarmi per far piacere e da quel momento fui felice!..." (Ms A). "...cominciai, per così dire, una corsa da gigante" (Ms A).

1887 - quattordici anni

Domenica 1° maggio: primo attacco di congestione cerebrale di Luigi Martin.

Domenica 29 maggio, Pentecoste: Teresa confida al padre la vocazione carmelitana e ottiene il permesso di entrare al Carmelo.

Martedì 31 maggio: Teresa viene accettata tra le Figlie di Maria.

Lunedì 20 - domenica 26 giugno: vacanze a Trouville.

Estate: "colloqui del Belvedere" con Celina. Episodio dell'immagine del Crocifisso. Preghiere per la conversione di Pranzini.

Mercoledì 13 luglio: condanna a morte di Pranzini.

Sabato 16 luglio: nuova esperienza di vita religiosa di Leonia a Caen.

Giovedì 1 settembre: Teresa legge sul giornale cattolico La Croix la cronaca dell'esecuzione di Pranzini.

Lunedì 31 ottobre: Teresa col padre a Bayeux da mons. Hugonin per chiedere l'autorizzazione ad entrare al Carmelo.

Venerdì 4 novembre: inizio del viaggio in Italia in occasione del giubileo sacerdotale del papa Leone XIII. Parigi, Svizzera, Italia, Roma.

Domenica 20 novembre: Roma, San Pietro, udienza di Leone XIII. Solenne delusione.

Venerdì 2 dicembre: ritorno a Lisieux.

Mercoledì 28 dicembre: Mons. Hugonin concede l'autorizzazione per l'ingresso di Teresa al Carmelo.

Teresa Martin - monaca

1888 - quindici anni

Domenica 1 gennaio: Teresa viene informata della risposta di Mons. Hugonin, tuttavia l'ingresso al Carmelo è ritardato per non sottoporla subito ai rigori della Quaresima.

Lunedì 9 aprile, festa dell'Annunciazione: ingresso di Teresa al Carmelo, dove assumerà il nome di "Teresa di Gesù Bambino" e in seguito vi aggiungerà "del Volto Santo".

Lunedì 28 maggio: Confessione generale di Teresa al padre Pichon.

Sabato 23 - martedì 27 giugno: grave ricaduta e fuga di papà Luigi Martin a Le Havre.
1889 - sedici anni

Giovedì 10 gennaio: vestizione di Teresa.

Martedì 12 febbraio: Luigi Martin viene ricoverato nella casa di salute di Caen, "Buon Salvatore".

Luglio: Teresa riceve una grazia mariana nell'eremo di Santa Maddalena.
1890 - diciassette anni

Giovedì 28 agosto: Teresa entra in ritiro per la Professione religiosa.

Martedì 2 settembre: esame canonico di Teresa.

Lunedì 8 settembre, Natività di Maria: Professione perpetua di Teresa.

Mercoledì 24 settembre: Velazione.

Giovedì 25 dicembre, Natale: risoluzione del contratto di affitto dei Buissonnets.

1891 - diciotto anni

Martedì 10 febbraio (circa). Teresa viene nominata aiuto sacrestana.

Aprile - luglio: preghiera per padre Giacinto Loyson (ex carmelitano uscito dall'ordine).

Sabato 5 dicembre: morte di madre Genoveffa, fondatrice del Carmelo di Lisieux.

Fine dicembre: grave epidemia di influenza.

Teresa Martin - giovinezza

1892 - diciannove anni

Sabato 2 - giovedì 7 gennaio: per l'epidemia in corso, muoiono tre suore della comunità.

Martedì 10 maggio: dopo tre anni di ospedale a Caen, Luigi Martin, paralizzato alle gambe, è ricondotto a Lisieux presso i Guérin.

Giovedì 12 maggio: ultima visita di Luigi Martin alle figlie carmelitane. Le sue uniche parole: "In cielo!"

1893 - vent'anni

Giovedì 2 febbraio: Teresa compone la sua prima poesia (La rugiada divina P 1).

Lunedì 20 febbraio: suor Agnese di Gesù diviene Priora e affida a Teresa, sotto la guida di Madre Maria di Gonzaga, la formazione delle novizie.

Sabato 24 giugno: Leonia entra per la seconda volta alla Visitazione di Caen.

Settembre: Teresa chiede di restare in noviziato; viene nominata seconda portinaia.1894 - ventun anni

Martedì 2 gennaio: Teresa diventa maggiorenne. In questo periodo raddrizza la sua scrittura.

Domenica 21 gennaio: per la festa della priora, rappresentazione della prima opera teatrale di Teresa; vi interpreta anche il ruolo principale di Giovanna d'Arco.

Domenica 27 maggio: paralisi ed estrema unzione di Luigi Martin.

Sabato 16 giugno: Maria della Trinità entra al Carmelo.

Domenica 29 luglio: Luigi Martin muore a Saint-Sèbastien-de-Morsent, al castello di La Musse.

Venerdì 14 settembre: Celina entra al Carmelo portandovi l'apparecchio fotografico; con esso scatta le foto a Teresa.

Fine 1894: Teresa scopre i fondamenti scritturistici di quella che verrà detta "Piccola Via".

1895 - ventidue anni

Durante l'anno: Teresa redige il manoscritto autobiografico A.

Martedì 26 febbraio: Teresa compone la poesia "Vivere d'Amore".

Domenica 9 giugno, festa della Trinità: Teresa si offre vittima all'Amore misericordioso.

Martedì 11 giugno: stende l'Atto d'offerta di se stessa all'Amore misericordioso.

Sabato 20 luglio: Leonia esce dalla Visitazione.

Giovedì 15 agosto: la cugina Maria Guérin entra al Carmelo di Lisieux.

Giovedì 17 ottobre: madre Agnese chiede a Teresa di pregare per don Maurizio Bellière, suo primo "fratello spirituale".

La crisi della maturità

1896 - ventitrè anni

Lunedì 20 gennaio: Teresa consegna a Madre Agnese il quaderno dei ricordi d'infanzia. Diventerà il manoscritto A.

Lunedì 24 febbraio: professione di sua sorella Celina col nome di suor Genoveffa.

Martedì 17 marzo: Velazione di suor Genoveffa e Vestizione della cugina Maria (Maria dell'Eucaristia).

Sabato 21 marzo: difficile elezione a priora di madre Maria Gonzaga. Teresa è confermata nel suo compito di vice-maestra delle novizie.

Venerdì Santo, 3 aprile: prima emottisi, che si ripete la sera.

Domenica 5 aprile, Pasqua (circa): inizia per Teresa la "prova della fede", che dura fino alla morte.

Sabato 30 maggio: madre Maria di Gonzaga affida a Teresa un secondo "fratello spirituale", padre Adolfo Roulland.

Martedì 8 settembre: inizia il manoscritto autobiografico B.

Sabato 21 novembre: novena per ottenere la guarigione di Teresa in vista di una sua eventuale partenza per un Carmelo in Indocina; ricaduta definitiva.

1897 - ventiquattro anni

Inizio aprile: fine della quaresima, Teresa cade gravemente ammalata.

Martedì 6 aprile: inizia la redazione dei Novissima Verba o "Ultimi colloqui", annotati da madre Agnese.

Lunedì 19 aprile: Léo Taxil svela le sue imposture per Diana Vaughan, alla quale Teresa ha creduto per molto tempo.

Giovedì 3 giugno: Madre Maria di Gonzaga ordina a Teresa di continuare l'autobiografia, viene così redatto il manoscritto C.

Giovedì 8 luglio: Teresa è trasferita in infermeria.

Venerdì 30 luglio: emottisi continue, soffocamento. Alle ore 18.00 riceve l'Estrema Unzione e il viatico.

Domenica 15 - venerdì 27 agosto: tempo di grandi sofferenze.

Giovedì 19 agosto: Ultima Comunione.

Mercoledì 8 settembre: anniversario della sua Professione, ultimo autografo di Teresa su una immagine di Nostra Signora delle Vittorie a lei molto cara, infatti sul retro era incollato il fiorellino datole dal papà quando gli aveva chiesto il permesso di entrare al Carmelo.

Mercoledì 22 settembre: la situazione di Teresa si fa particolarmente drammatica; la sofferenza raggiunge punte elevatissime; sente che non ce la fa più a sopportare tanto dolore. Vede vicino a lei i medicinali, vorrebbe farla finita. Poi però non ne fa nulla ma si confida con le sue sorelle e chiede di non lasciare più vicino a lei la possibilità di una simile scorciatoia ("Carnet Jaune").

Giovedì 30 settembre: verso le ore 19.20 Teresa incontra Dio. Risuona ancora la sua voce:

"Tu che mi sorridesti all'alba di mia vita
Vieni e sorridi ancora... Madre... scende la sera!..." (P 54)

Le sue ultime parole: "Mio Dio, ti amo!".

Lunedì 4 ottobre: inumazione nel cimitero di Lisieux.

Teresa Martin - dopo la morte

1898

30 settembre: prima edizione di "Storia di un'anima" in 2.000 esemplari. Ogni anno è necessaria una nuova edizione.

1899

Primi favori di Teresa, i pellegrini pregano sulla sua tomba e piovono le "rose".

1902

19 aprile: elezione di Madre Agnese a Priora, resterà in carica fino alla morte, tranne per un breve intervallo di 18 mesi.

Dal 1902 al 1907, prima a brani e poi sistematicamente a puntate, viene pubblicata in Italia, dalla Lega Eucaristica dei Carmelitani di Milano, Storia di un'Anima sulla rivista Il Carmelo.

1906

9 luglio: dai giornali si apprende che la causa di beatificazione sta per essere introdotta.
1907

15 marzo: viene consegnato a Pio X un esemplare di Storia di un'Anima.

15 ottobre: il Vescovo di Bayeux chiede alle carmelitane di redigere i loro ricordi.

1908

26 maggio: sulla tomba di Teresa viene guarita una bambina cieca di 4 anni.

1909

Gennaio: vengono nominati i postulatori della causa di beatificazione.
1910

3 agosto: viene istituito il tribunale diocesano per il processo ordinario.

6 settembre: prima esumazione della salma e trasferimento in una nuova tomba.

1914

10 giugno: Pio X firma il decreto di introduzione della causa.

1915

17 marzo: si apre, a Bayeux, il processo apostolico.

1917

9-10 agosto: seconda esumazione dei resti di Teresa.

1921

14 agosto: Benedetto XV promulga il decreto sull'eroicità delle virtù di Teresa e pronuncia il discorso sull'"infanzia spirituale".

1923

26 marzo: traslazione delle reliquie di Teresa al Carmelo.

29 aprile: Pio XI celebra la beatificazione di Teresa di Gesù Bambino.

1925

17 maggio: Sua Santità Pio XI in S. Pietro a Roma iscrive solennemente la beata Teresa di Gesù Bambino nell'albo dei santi; sono presenti 500.000 persone. Alla sera, dopo tanti anni, viene illuminata a festa la basilica di S. Pietro.

1927

Gennaio: appaiono i "Novissima Verba" o Ultimi Colloqui.

13 luglio: la festa liturgica di Santa Teresa di Gesù Bambino è estesa alla Chiesa universale.

21 settembre: vengono approvati i progetti per la nuova basilica di Lisieux.

14 dicembre: Pio XI proclama Teresa Patrona principale delle missioni insieme con San Francesco Saverio.

1929

30 settembre: posa della prima pietra della basilica di Lisieux.

1937

11 luglio: il legato del Papa, card. Pacelli - futuro papa Pio XII - benedice la basilica.

1942

24 luglio: viene fondata la Missione di Francia e il seminario installato a Lisieux.

1944

3 maggio: Pio XII nomina Teresa Patrona secondaria di Francia insieme con Giovanna d'Arco.

1947

Cinquantesimo anniversario della morte, l'urna delle reliquie di Teresa viene trasportata in quasi tutte le diocesi di Francia.

1954

11 luglio: viene consacrata la basilica.

1956

Appare l'edizione in facsimile di "Manoscritti autobiografici".

1959

Muore Celina (suor Genoveffa) la sorella prediletta di Teresa.

1980

2 giugno: Giovanni Paolo II pellegrino a Lisieux.

1996

30 settembre: apertura del primo centenario della morte di Teresa.

1997

24 agosto: al momento della preghiera dell'Angelus, alla presenza di centinaia di Vescovi e davanti ad una sterminata folla di giovani di tutto l'orbe, radunata a Parigi per la XII Giornata Mondiale della Gioventù, Giovanni Paolo II ha voluto personalmente annunciare l'intenzione di proclamare Teresa di Gesù Bambino e del Volto Santo Dottore della Chiesa universale in occasione della celebrazione della Giornata Mondiale delle Missioni [in Roma].

30 settembre: chiusura del primo centenario della morte di Teresa.

19 ottobre: nella Piazza san Pietro, gremita di fedeli convenuti da ogni parte del mondo, essendo presenti numerosi Cardinali, Arcivescovi e Vescovi, durante la solenne celebrazione eucaristica Giovanni Paolo II ha proclamato Dottore della Chiesa universale Teresa di Gesù Bambino e del Santo Volto con queste parole:

"Venendo incontro ai desideri di un grande numero di Fratelli nell'Episcopato e di moltissimi fedeli di tutto il mondo, udito il parere della Congregazione delle Cause dei Santi ed ottenuto il voto della Congregazione per la Dottrina della Fede in ciò che attiene l'eminente dottrina, con certa conoscenza e matura deliberazione, in forza della piena autorità apostolica, dichiariamo Santa Teresa di Gesù Bambino e del Santo Volto, vergine, Dottore della Chiesa universale. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo".

La richiesta di dottorato era stata fatta al Vaticano una prima volta nel 1932, ma i tempi, evidentemente, non erano ancora maturi. È il 33° Dottore della Chiesa e la terza donna a ricevere questo riconoscimento dopo Teresa d'Avila e Santa Caterina da Siena, entrambe dichiarate dottori della Chiesa da Paolo VI nel 1970.