Come invocarla

Che cos'è una Novena?

Dal Vangelo di Luca appare chiaro che la forza che animava gli apostoli era certamente lo Spirito Santo e ciò che dobbiamo considerare attentamente è come Egli sia sceso sopra di loro mentre erano riuniti insieme in una preghiera comunitaria seguendo l'insegnamento dato da Gesù: "Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro" (Mt 18,20).

Una Novena di preghiera e d'intercessione è dunque un'antica tradizione della Chiesa. Si ispira alla preghiera fatta con un cuore solo dagli apostoli, riuniti attorno a Maria nel Cenacolo, durante i nove giorni che separano l'Ascensione del Signore dalla discesa dello Spirito Santo il giorno di Pentecoste (At 2,1-4).

Questa perseveranza nella preghiera fu suggerita anche da San Paolo: "Pregate continuamente..." consigliava ai Tessalonicesi ben sapendo come una richiesta continua, e fiduciosa, sia il mezzo migliore per ottenere quanto desiderato. Si ricorda, a proposito, anche la parabola dell'amico importuno (Lc 11,5-8) che, sorpreso dall'arrivo notturno di un amico, si rivolse ad un altro amico che si era già coricato richiedendo del pane; pane che gli venne concesso soltanto dopo una insistente preghiera.

Ogni Novena persegue un fine spirituale o materiale. Nessun aspetto della nostra vita è indifferente, e meno ancora straniero, al Padre Nostro che è nei Cieli. Egli ci accorda ogni grazia, ogni dono che favorisce la nostra crescita spirituale, a condizione che noi glielo chiediamo: "Chiedete e vi sarà dato" (Mt 7,7; Gv 14,13-14; Lc 11,9-13).

Il nostro Padre celeste ama ricolmare i suoi figli di cose buone. Esaudisce le nostre preghiere a suo tempo, il che, naturalmente, non corrisponde sempre alle nostre attese. A modo suo non lascia alcuna preghiera inascoltata: anche se le risposte non sono le nostre, possiamo essere certi che "tutto concorre al bene di coloro che amano Dio" (Rm 8,28). Una novena produce buoni frutti quando è fatta con fervore e nel totale abbandono alla volontà di Dio.

La Novena per la festa di Santa Teresa di Gesù Bambino ha inizio il 22 settembre essendo la sua memoria liturgica il 1° ottobre, ma la preghiera può essere fatta anche in ogni periodo dell'anno.

NOVENA A SANTA TERESA DI GESÙ BAMBINO

Preghiera per ottenere grazie attraverso l'intercessione di Santa Teresa di Gesù Bambino

Ogni giorno della novena, si diranno il Padre Nostro e l'Ave Maria, due preghiere che la piccola Teresa amava molto. Un giorno disse: "A volte, quando il mio spirito è in un'aridità così grande che mi è impossibile ricavarne un pensiero per unirmi al Buon Dio, recito molto lentamente un Padre Nostro e poi il saluto angelico; allora queste preghiere mi rapiscono, nutrono la mia anima ben più che se le recitassi precipitosamente un centinaio di volte...".

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre, Credo.

PRIMO GIORNO - La piccolezza

Celina racconta: "Tutta scoraggiata, con il cuore grosso per una lotta che mi sembrava insormontabile, andai a dire a Teresa: "Questa volta è impossibile, non ce la faccio a superarla!" "Non mi stupisce", mi rispose. "Noi siamo troppo piccole per superare le difficoltà, dobbiamo passarci sotto".

Ella mi ricordò allora un episodio della nostra infanzia. Eccolo. Ci trovavamo presso dei vicini ad Alençon; un cavallo ci sbarrava l'entrata del giardino. Mentre i grandi cercavano un altro accesso, la nostra amichetta non trovò di meglio che passare sotto l'animale. Si infilò per prima e mi tese la mano, la seguii con Teresa e senza dover piegare troppo la nostra piccola persona raggiungemmo la meta.

"Ecco che cosa si guadagna ad essere piccoli", concluse. "Non ci sono ostacoli per i piccoli, si intrufolano dappertutto. Le grandi anime possono superare i problemi, raggirare le difficoltà, arrivare a mettersi al di sopra di tutto con il ragionamento e la virtù, ma noi che siamo piccolissime, dobbiamo guardarci bene dal provarci. Passiamo sotto! Passare sotto ai problemi significa non affrontarli troppo da vicino, non ragionarci troppo sopra"".

Proposito: Oggi sforzati di accettare nell'amore tutte le situazioni che non sono conformi a ciò che desideri o ti aspetti, per conservare sempre nel tuo intimo la pace e la gioia.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

"Il mio Cielo è restare sempre in sua presenza, chiamarlo Padre mio ed essere sua figlia".

SECONDO GIORNO - La fiducia

La via della piccola Teresa è fondata sulla fiducia e sull'amore. Ella dice: "Custodite con cura la vostra fiducia, è impossibile che Dio non ne tenga conto, perché Egli misura sempre i suoi doni secondo la nostra fiducia".

Ella racconta la storia seguente: "Un re, partito per la caccia, stava inseguendo un coniglio bianco che i suoi cani stavano per raggiungere, quando il coniglietto, sentendosi perduto, ritornò rapidamente indietro e saltò nelle braccia del cacciatore. Costui, commosso da tanta fiducia, non volle più separarsi dal coniglio bianco, e non permise a nessuno di occuparsene, riservandosi perfino il compito di nutrirlo. Lo stesso farà con noi il Buon Dio se inseguiti dalla giustizia, rappresentata dai cani, cercheremo rifugio nelle braccia stesse del nostro Giudice...".

Proposito: Oggi, ogni volta che ti capita di fare uno sbaglio, sforzati di cercare rifugio nelle braccia del Padre Divino, come ha fatto il coniglietto. Poni anche una tale fiducia nella Sua Misericordia da non avere più alcuna tristezza per avere commesso questa imperfezione.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.
"Più sarai povera, più Gesù ti amerà, Egli andrà lontano per cercarti, se talvolta ti smarrissi un po'".

TERZO GIORNO - Il sorriso

La piccola Teresa dice: "Il mio modo speciale è quello di essere gioiosa, di sorridere sempre, sia quando cado che quando ottengo una vittoria". "Quando non capisco niente degli avvenimenti sorrido e dico grazie".

"Quando soffro molto, invece di avere un'aria triste, reagisco con un sorriso. All'inizio non ci riuscivo molto bene, ma ora è un'abitudine che sono felice di aver preso".

Proposito: Oggi sforzati di offrire a Dio le situazioni dolorose della tua giornata reagendo con un sorriso.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

"Quando posso, faccio del mio meglio per essere gaia, per far piacere".

QUARTO GIORNO - L'amore del prossimo

"C'è in comunità una sorella che ha il talento di dispiacermi in tutto... ma non volevo cedere all'antipatia naturale che provavo. Mi sono detta che la carità non doveva consistere nei sentimenti, ma nelle opere, perciò mi sono impegnata a fare per questa sorella ciò che avrei fatto per la persona che amo di più. Ogni volta che la incontravo pregavo per lei il Buon Dio, offrendoGli tutte le sue virtù e i suoi meriti... Non mi limitavo a pregare molto per la sorella che mi procurava tante lotte: mi sforzavo di farle tutti i favori possibili e, quando avevo la tentazione di risponderle in modo sgarbato, mi limitavo a farle il mio più gentile sorriso e mi sforzavo di sviare il discorso... Spesso poi, quando non ero in ricreazione (voglio dire durante le ore di lavoro), avendo alcuni rapporti di ufficio con questa sorella, quando le mie lotte erano troppo violente, fuggivo come un disertore. Poiché ella ignorava assolutamente ciò che provavo per lei, mai ha supposto i motivi del mio comportamento ed è persuasa che il suo carattere mi sia simpatico. Un giorno in ricreazione mi disse con un'espressione contentissima pressappoco queste parole: "Vorrebbe dirmi, mia Suor Teresa di Gesù Bambino, cosa l'attira tanto verso di me, che ogni volta che mi guarda la vedo sorridere?" Ah, ciò che mi attirava era Gesù nascosto in fondo alla sua anima, Gesù che rende dolce ciò che c'è di più amaro!"

Proposito: Oggi sforzati di fare un atto di carità, una parola, un gesto verso qualcuno con cui forse fai fatica ad intenderti.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

"Una parola, un sorriso gentile, spesso bastano per rasserenare un'anima triste".

QUINTO GIORNO - L'umiltà

La piccola Teresa dice: "Praticherete l'umiltà che non consiste a pensare e a dire che siete pieni di difetti, ma ad essere felice che altri lo pensino e perfino lo dicano".

Una delle sue sorelle dà la seguente testimonianza: "Una suora anziana non riusciva a capire come fosse possibile che Suor Teresa di Gesù Bambino, così giovane, si occupasse delle novizie e senza troppi complimenti le faceva sentire le sue riserve a questo proposito. Un giorno durante la ricreazione essa le disse delle parole molto dure, e fra l'altro che doveva piuttosto pensare a guidare se stessa che dirigere le altre. Io osservavo attentamente la scena da lontano, l'aria di dolcezza angelica della Serva di Dio contrastava fortemente con l'aria appassionata della sua interlocutrice e la sentii rispondere: "Ah! Sorella, lei ha proprio ragione e sono anche più imperfetta di quanto lei creda!""

Proposito: Quanto è grande l'Amore di Dio per ogni uomo! Oggi sforzati di accettare l'altro così com'è, perché tu stesso ricevi costantemente la Misericordia di Dio, malgrado le tue debolezze e le tue imperfezioni.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

"La Santità non è in questa o quella pratica, essa consiste in una disposizione del cuore che ci rende umili e piccoli tra le braccia del Buon Dio, coscienti della nostra debolezza e confidenti fino all'audacia nella sua bontà di Padre".

SESTO GIORNO - La vita nascosta

Secondo la sua esperienza, la piccola Teresa confessa che l'ultimo posto è il meno desiderato in una comunità. Tuttavia è sicuramente proprio lì che si trova Gesù. Per esprimere questo concetto ella prende l'immagine di un insignificante granello di sabbia su una grande spiaggia e dice alle sue novizie:

"Soprattutto siamo piccole, così piccole che tutti possano calpestarci, senza neppure che noi mostriamo di sentirlo e soffrirne...".

"Quale beatitudine essere nascosta così bene che nessuno pensa a te; essere sconosciuta perfino alle persone che vivono con te!"

"Il granello di sabbia non desidera essere umiliato: sarebbe ancora troppo importante, giacché si sarebbe obbligati ad occuparsi di lui; egli non desidera che una cosa: essere dimenticato, non contare nulla! Ma desidera essere visto da Gesù!"

Proposito: Oggi sforzati di fare tutto per amore di Dio senza aspettarti nessuna riconoscenza da parte degli uomini, nella sola gioia che Dio lo veda.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

"Sentii la carità entrarmi nel cuore, il bisogno di dimenticarmi per far piacere e da allora fui felice!"

SETTIMO GIORNO - Essere una madre per i sacerdoti

La piccola Teresa dice: "Ebbene, io sono la figlia della Chiesa... Le opere clamorose gli sono vietate: non può predicare il Vangelo, versare il suo sangue... Ma che importa? I suoi fratelli lavorano al posto suo e lui, piccolo bambino, si mette vicinissimo al Re e alla Regina, ama per i suoi fratelli che combattono... Ma come testimonierà il suo Amore, dal momento che l'Amore si prova con le opere? Non ho altro mezzo per provarti il mio amore che gettare fiori, cioè non lasciar sfuggire nessun piccolo sacrificio, nessuno sguardo, nessuna parola, approfittare di tutte le cose più piccole e farle per amore!... Voglio soffrire per amore e anche gioire per amore".

Ella scrive al Padre Roulland, che le è stato donato come fratello: "Tutto quanto chiedo a Gesù per me, lo chiedo anche per lei. Come Giosuè, lei combatte nella pianura. Io sono il suo piccolo Mosè e incessantemente il mio cuore è rivolto verso il Cielo per ottenere la vittoria. O fratello mio, come sarebbe da compiangere se Gesù stesso non sostenesse le braccia del suo Mosè!"

Proposito: Oggi sforzati di offrire coscientemente per il Santo Padre tutte le situazioni spiacevoli e dolorose.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

"Non potrei dimenticare di pregare per tutti, senza lasciar da parte i semplici sacerdoti... Insomma voglio essere figlia della Chiesa come lo era la nostra Madre Santa Teresa e pregare secondo le intenzioni del nostro Santo Padre il Papa, sapendo che le sue intenzioni abbracciano l'universo. Ecco lo scopo generale della mia vita".

OTTAVO GIORNO - La riconoscenza

La piccola Teresa dice: "Ciò che attira maggiormente le grazie del Buon Dio è la riconoscenza, perché se noi Lo ringraziamo per un beneficio, Egli è commosso e si affretta di darcene altri dieci e se Lo ringraziamo ancora con la stessa effusione, che incalcolabile moltiplicazione di grazie! Ne ho fatto l'esperienza, provate e vedrete. La mia gratitudine è infinita per tutto ciò che mi concede e gliene do la prova in mille modi".

Proposito: Oggi metti per iscritto venti ragioni per le quali vuoi ringraziare Dio. Non dimenticare di metterci concretamente un momento doloroso della tua vita. Farai sgorgare da questa sofferenza una grazia per tanti altri se sai offrirla per amore.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

"Offriamo volentieri le nostre sofferenze a Gesù per salvare le anime. Povere anime! Esse hanno meno grazie di noi e tuttavia tutto il sangue di un Dio è stato versato per salvarle".

NONO GIORNO - La pioggia di rose

La piccola Teresa ha promesso molte volte che dopo la sua morte avrebbe fatto piovere dal Cielo dei petali di rose. Ella dice a questo proposito:

"Un'anima infiammata di amore non può restare inattiva".

"Se voi sapeste quanti progetti faccio su tutte le cose che farò quando sarò in Cielo... Incomincerò la mia missione...".

"Ma sento soprattutto che la mia missione sta per cominciare, la mia missione di far amare il buon Dio come io lo amo, di dare la mia piccola via alle anime. Se il buon Dio esaudisce i miei desideri, il mio Cielo trascorrerà sulla terra sino alla fine del mondo. S&igarve;, voglio passare il mio Cielo a fare del bene sulla terra".

Proposito: Oggi invoca l'aiuto della piccola Teresa in tutte le intenzioni che ti si presentano durante il giorno, con la sicurezza di essere esaudito perché lei lo ha promesso.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

"Ho sempre desiderato d'essere una santa, ma, ahimé, ho sempre constatato, quando mi sono confrontata con i Santi, che tra loro e me c'è la stessa differenza che esiste tra una montagna la cui vetta si perde nei cieli e il granello di sabbia, oscuro, calpestato dai piedi dei passanti. Invece di scoraggiarmi, mi sono detta: il Buon Dio non potrebbe ispirare desideri irrealizzabili; quindi, nonostante la mia piccolezza, posso aspirare alla santità. Farmi diversa da quello che sono, più grande, mi è impossibile: mi devo sopportare per quello che sono con tutte le mie imperfezioni; ma voglio cercare il modo di andare in Cielo per una piccola via tutta nuova. Vorrei trovare anch'io un ascensore per innalzarmi fino a Gesù, perché sono troppo piccola per salire la dura scala della perfezione. Allora ho cercato nei libri santi l'indicazione dell'ascensore, oggetto del mio desiderio; e ho letto queste parole uscite dalla bocca della Sapienza Eterna: "Se qualcuno è molto piccolo, venga a me". Così sono arrivata a intuire che avevo trovato ciò che cercavo. E volendo sapere, o mio Dio, ciò che faresti al molto piccolo che rispondesse alla tua chiamata, ho continuato le mie ricerche ed ecco quello che ho trovato: "Come una madre accarezza il figlio, così io vi consolerò: vi porterò in braccio e vi cullerò sulle mie ginocchia!" L'ascensore che mi deve innalzare fino al Cielo sono le tue braccia, o Gesù! Per questo non ho bisogno di crescere, anzi bisogna che io resti piccola, che lo diventi sempre più".

Altra novena - LA NOVENA DELLE ROSE

"Passerò il mio Cielo a fare del bene sulla terra. Farò scendere una pioggia di rose"

Padre Putigan il 3 dicembre 1925, cominciò una novena chiedendo una grazia importante. Per sapere se veniva esaudito, chiese un segno. Desiderava ricevere una rosa in dono quale garanzia di aver ottenuto la grazia. Non fece parola con nessuno della novena che stava facendo. Al terzo giorno, ricevette la rosa richiesta ed ottenne la grazia.

Cominciò un'altra novena. Ricevette un'altra rosa ed un'altra grazia. Allora prese la decisione di diffondere la novena "miracolosa" detta delle rose.

Oggi in tutto il mondo si pratica questa novena... La si può cominciare in qualsiasi giorno del mese. Di solito, i devoti ed amici di Teresa, la fanno dal 9 al 17 di ogni mese.

Preghiera per la novena delle rose

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre, Credo.

Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io vi ringrazio per tutti i favori e le grazie di cui avete arricchito l'anima della vostra serva Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, Dottore della Chiesa, durante i suoi ventiquattro anni trascorsi su questa terra e, per i meriti di questa vostra Santa Serva, concedetemi la grazia (qui si formula la grazia che si vuol ottenere), se è conforme alla vostra Santa volontà e per il bene della mia anima.

Aiutate la mia fede e la mia speranza, o Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo; realizzate ancora una volta la vostra promessa di passare il vostro cielo a fare del bene sulla terra, permettendo che io riceva una rosa come segno della grazia che desidero ottenere.

Si recitano 24 "Gloria al Padre" in ringraziamento a Dio per i doni concessi a Teresa nei ventiquattro anni della sua vita terrena. Segue ad ogni "Gloria" l'invocazione: Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo, prega per noi.

Facciamo conoscere questa Santa, "la più grande dei tempi moderni", propagando questa novena. Sicuramente Teresa ci aiuterà dal Cielo e ci otterrà quanto desideriamo.

Ripetere per nove giorni consecutivi.

Tridui

Cos'è un Triduo? Si tratta di una preghiera fatta per tre giorni consecutivi.

TRIDUO A SANTA TERESA DI GESÙ BAMBINO - Per una grazia

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre, Credo.

PRIMO GIORNO

Poggiata sulla vostra parola, col cuore pieno di fiducia, mi presento a voi, o piccola Santa Teresa, per esporvi umilmente la mia urgente necessità e domandarvi una grazia che bramo ardentemente. Abbassate i vostri occhi e vedete in quante angustie geme il mio povero cuore. Fate vostra la mia presente necessità, ed ottenetemi da Dio la grazia che vi domando. O piccola Dispensatrice dei celesti tesori, voi non vorrete fare che solo per me non sia mantenuta la vostra promessa, che solo a me sia negato il favore che tanto vivamente vi chiedo: ma consolatemi, e se questa grazia sarà per la maggior gloria di Dio, e per il profitto dell'anima mia, ottenetemela, e sarà ancora una volta vera la vostra parola: "di voler passare il vostro cielo a far del bene sulla terra".

Tre Pater, Ave, Gloria.

SECONDO GIORNO

So bene che per la mia indegnità non meriterei questa grazia; ma voi mi esaudirete, o piccola Santa Teresa, perché so pure quanto vi commuove la miseria e l'angustia dei vostri fratelli! Voi che null'altro domandaste a Dio che di glorificarlo esaltando il suo amore inesauribile e la sua misericordia, strappategli anche questa grazia... che tanto mi consolerà. Sì, ottenetemela, o Santa Teresa, per l'amore che portaste ai vostri cari sulla terra, e per l'amore che nutrite per l'anima mia, non respingete la mia preghiera e consolatemi. Se questa grazia sarà di gloria di Dio, e per il bene dell'anima mia, non me la rifiutate, ma secondo la vostra consueta benignità concedetemela...

Tre Pater, Ave, Gloria.

TERZO GIORNO

O piccola Santa Teresa, io so che voi mi amate e del pari amate tutte le mie cose e la mia felicità. Ancora una volta vi supplico di ottenermi da Dio questa grazia... ma se essa non fosse secondo il divino beneplacito, o dovesse ritardare in me l'effusione della divina grazia, oh concedetemi almeno la conformità al divino volere, fatemi trovare nella divina volontà il mio Paradiso, e nella rassegnazione e nella pace una gioia maggiore della grazia richiesta. Così sia.

Tre Pater, Ave, Gloria.

Altro Triduo - TRIDUO A SANTA TERESA DI GESÙ BAMBINO - Per ringraziamento

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre, Credo.

PRIMO GIORNO

Eccomi di nuovo ai vostri piedi, o piccola Santa Teresa, per cantarvi l'inno della riconoscenza e del ringraziamento. Ancora una volta non avete smentita la vostra promessa, ed avete riserbato anche per me una delle vostre mistiche rose. Siate benedetta e ringraziata, ed in Voi sia ringraziato e benedetto Iddio che tanto largamente si piega alla vostra intercessione, e concede, oltre i desideri, quanto si domanda nel vostro nome.

E poiché voi nulla gradireste in ricambio, se non ciò che torni a gloria di Dio, concedetemi ancora, con la grazia ricevuta, un aumento della mia fede, affinché riconoscendo e confessando sempre la suprema bontà del Signore, coordini tutta la mia vita al conseguimento dell'immortale felicità del cielo.

Tre Pater, Ave, Gloria.

SECONDO GIORNO

O mia piccola Santa Avvocata, quanto sento la gratitudine per voi, che tanto sollecita vi siete piegata a concedermi la sospirata grazia. Io vi benedico e vi esalto, ed in voi benedico ed esalto l'infinita bontà del Signore che vi ha fatto dispensiera delle sue grazie. E affinché la mia gratitudine non sia fatta di sole parole, fate che si accresca in me la speranza e la confidenza verso il buon Dio, che benignamente si è ricordato di me nella mia necessità, ed ottenetemi che riguarda tutte le mie cose, tra le sue amorosissime braccia.

Tre Pater, Ave, Gloria.

TERZO GIORNO

Mettetemi pure, o piccola Regina dei cuori, nel corteggio dei vostri devoti, poiché io, avendo esperimentato l'efficacia della vostra intercessione, non potrò più dimenticare il vostro dolce nome. Ma deh! o mia gloriosa Patrona ed Avvocata, anche voi accoglietemi nel bel numero dei vostri amici, e fatemi l'onore di appartenere alla legione delle piccole anime consacrate all'amore misericordioso di Dio. Oh che questo divino amore riempia tutto il cuor mio e lo vuoti di quegli affetti che a voi dispiacciono, e che non sono degni di un cristiano.

Concedetemi l'amore vostro puro, generoso, paziente, operoso: che io ami sempre il buon Dio come voi lo amaste, nell'adempimento diligente di tutti i miei doveri, nell'esercizio continuo di tutte le virtù cristiane. Che io ami il mio prossimo come lo amaste voi, vedendo in esso la creatura di Dio, il fratello a cui è dovere dare l'amore, il compatimento, il perdono. O mia cara Santa, gradite le mie umili grazie, ed in ricambio proteggetemi, liberatemi da ogni male, assistetemi in ogni necessità. Siate il mio angelo per tutta la vita, ed ottenetemi in fine l'ultima grazia: di giungere felicemente, sotto la vostra protezione, al porto dell'eterna beatitudine. Amen.

Tre Pater, Ave, Gloria.

Preghiere per varie necessità

A SANTA TERESA DI GESÙ BAMBINO - Per i bimbi

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre, Credo.

O cara Santa Teresa, Piccola sorella di Gesù Bambino, sotto il bianchissimo manto della vostra protezione mettiamo l'innocenza dei nostri bambini. Queste tenere anime, che formarono sempre la delizia del cuore divino, e che voi chiamaste "lo specchio di Dio" sono inapprezzabili tesori, di cui noi siamo i depositari e i custodi, per crescerli a Dio.

Voi vedete e sapete quanto è tremenda la nostra responsabilità, e quanto ognor più difficile si renda il dovere di salvare questi cuori innocenti dalla strage che Satana mena oggi pel mondo.

O Piccola Santa! Per le ineffabili dolcezze della Divina Infanzia, per l'amore santissimo che portaste al Piccolo Gesù, custodite i nostri tesori, conservate il loro candore, vegliate sulla loro innocenza.

Che essi crescano per le compiacenze di Dio, per la gioia degli Angeli, per la delizia del vostro cuore, e per la felicità nostra. Diteci le parole per istruirli, dateci l'eloquenza del buon esempio per educarli, per edificarli al bene ed alla virtù.

Tenete lontani da essi tutti i pericoli, che mai il peccato sciupi la bellezza delle loro anime, e fate, che cresciuti sino alla pienezza della età, glorifichino Iddio con una vita santa, ed infine compiano in cielo il numero degli eletti. Così sia.

A SANTA TERESA DI GESÙ BAMBINO - Per la pace nelle famiglie

O piccola Santa Teresa, genio tutelare della famiglia cristiana, voi che foste il raggio di sole ed il sorriso della vostra benedetta e avventurata famiglia, compiacetevi accogliere sotto la vostra protezione la mia, che raccomando caldamente alla vostra bontà. Che la pace e la quiete della vostra allieti anche la mia, con la riproduzione di tutto il bene e di tutte le virtù di cui la vostra fu santuario.

Che il nome di Dio sia adorato e benedetto nella mia casa, che la sua santa legge, ed i precetti della nostra Madre Chiesa siano da tutti e da ciascuno diligentemente osservati. Allontanate dalla mia casa il peccato e lo spirito di vanità e di dissipazione del secolo. Che sian lungi dalla mia casa l'irriverenza, la gelosia, la diffidenza, l'invidia, l'odio, le sventure, i mali, e solo regni su tutti l'onda piena dell'amore, della carità, del reciproco compatimento, del bene.

O Piccola Santa, delizia dei vostri genitori, orgoglio santo di tutta la vostra famiglia, per l'amore tenerissimo che nutriste verso gli autori dei vostri giorni, verso tutti i vostri cari, benedite la mia famiglia: che il buon esempio e la virtù discenda dall'alto su quelli che obbediscono, per risalire, tramutato in obbedienza e rispetto, verso coloro che hanno la responsabilità della casa.

Che nella vostra protezione, e santa devozione, questa famiglia sia una di amore, di pensiero, di azione, per esser una nella felicità della terra e nella beatitudine del cielo. Così sia.

A SANTA TERESA DI GESÙ BAMBINO - Per una conversione

O Santa Teresa di Gesù Bambino, apostola della gloria di Dio, io raccomando alla vostra benignità l'anima di [...] È una persona tanto a me cara, ed è un'anima altrettanto cara a Dio ed al vostro cuore. Mirate il suo stato desolante. Satana ha ottenebrata la sua mente, ha inceppata la sua volontà, e la tiene avvinta nella schiavitù del peccato.

No, voi non potete disinteressarvi della salvezza di quest'anima, voi che chiedeste a Dio di mangiare il vostro pane bagnato di pianto e di dolore, purché si salvassero i peccatori; voi che con la potenza della vostra preghiera avete ottenuto da Dio la conversione di un assassino, e strappaste la sua anima dagli artigli di Satana che stava per ghermirla eternamente, oh muovetevi a pietà anche dell'anima di [...], irradiate la sua mente della vostra santa luce, toccate il suo cuore con quelle dolcissime e misteriose parole, con cui riportaste sulla via del dovere e della virtù tante povere anime perdute. Convertite quest'anima, fatela risorgere dal suo peccato, ed ancora una volta trionfi in essa la misericordia di Dio.

Io vi scongiuro che non sia riserbato a quest'anima d'incontrarsi con Dio l'ultimo giorno, quando verrà a giudicarla e condannarla, ma fate che presto si ricongiunga a Lui, e lo ritrovi Padre benigno e clemente, e torni a gustare la dolcezza del suo amplesso materno con le gioie della sua grazia; ed anche in essa voi possiate presentare al Signore un'altra preda del vostro sublime apostolato. Così sia.

LITANIE DI SANTA TERESA DI GESÙ BAMBINO DEL VOLTO SANTO, DOTTORE DELLA CHIESA

Signore pietà  Signore pietà
Cristo pietà  Cristo pietà
Signore pietà  Signore pietà
Santa Maria Madre di Dio  prega per noi
San Giuseppe  prega per noi
Santi Pietro e Paolo  pregate per noi
San Giovanni della Croce  prega per noi
Santa Teresa d'Avila  prega per noi
Santi e Sante del Carmelo  pregate per noi
Santa Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo    prega per noi
Stella luminosa del Carmelo  prega per noi
Figlia della Vergine Maria  prega per noi
Modello dei cuori puri  prega per noi
Martire dell'Amore Misericordioso  prega per noi
Apostolo della Misericordia  prega per noi
Dottore della Chiesa  prega per noi
Patrona delle Missioni  prega per noi
Consolazione dei missionari  prega per noi
Immagine del Volto Santo di Gesù  prega per noi
Specchio del Cuore Immacolato di Maria  prega per noi
Parola di Dio per il nostro tempo  prega per noi
Grande interprete del Vangelo  prega per noi
Maestra della piccola via  prega per noi
Guida sicura nella notte della fede  prega per noi
Tu che spargi la pioggia di rose  prega per noi
Tu che sei seduta alla tavola dei peccatori  prega per noi
Tu che dispensi a piene mani favori divini  prega per noi
Tu che fai amare l'Amore  prega per noi
Tu che ami far piacere a Gesù  prega per noi
Tu che passi il Cielo sulla terra  prega per noi
Tesoro di tenerezza per gli ultimi  prega per noi
Sorella nascosta di tutti i sacerdoti  prega per noi
Rifugio dei più grandi criminali  prega per noi
Stella delle nazioni e dei popoli  prega per noi
Soccorso e protezione degli esuli  prega per noi
Cantore della tenerezza del Padre  prega per noi
Apostolo della fiducia e della semplicità  prega per noi
Profeta degli ultimi tempi  prega per noi
Amore bruciante nel cuore della Chiesa  prega per noi
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo  perdonaci, Signore
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo  esaudiscici, Signore
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo  abbi pietà di noi.

PREGHIAMO: O Dio, nostro Padre, che apri le porte del tuo regno agli umili e ai piccoli, fa' che seguiamo con serena fiducia la via tracciata da Santa Teresa di Gesù Bambino, vergine e Dottore della Chiesa, perché anche a noi si riveli la gloria del tuo volto. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo figlio, che è Dio e vive e regna nell'unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen.

PREGHIERA D'INTERCESSIONE

CELEBRANTE: sospinti dalla fiducia filiale che regnava nel cuore di Santa Teresa di Gesù Bambino, Dottore della Chiesa, uniamoci a Cristo, nostro unico mediatore, per pregare Dio nostro Padre.

Lettore: Preghiamo insieme e diciamo:

Tutti: Ascoltaci o Signore.

CELEBRANTE: Teresa ha detto: "È così dolce servire il buon Dio nella notte della prova, noi non abbiamo che questa via per vivere di fede".

Lettore: Padre, sull'esempio di Santa Teresa e per la sua intercessione, aumenta la nostra fede affinché nella pena e nella gioia, nella notte e nella luce, noi camminiamo alla sequela di Gesù. Preghiamo:

Tutti: Ascoltaci o Signore.

CELEBRANTE: Teresa ha detto: "Ciò che piace al Buon Dio è di vedermi amare la mia piccolezza e la mia povertà, è la speranza cieca che ho nella sua misericordia" (LT 197).

Lettore: Padre, sull'esempio di Santa Teresa e per la sua intercessione, aumenta in noi la fiducia, che trasfigura la nostra debolezza e ci dà la forza di amare e di agire. Preghiamo:

Tutti: Ascoltaci o Signore.

CELEBRANTE: Teresa ha detto: "Quando considero Gesù, il mio cuore mi sembra piccolo. Vorrei tanto amarLo! AmarLo come non sia mai stato amato..." (LT 74).

Lettore: Padre, sull'esempio di Santa Teresa e per la sua intercessione, aumenta in noi l'amore del tuo Nome e l'attenzione alla tua Presenza caritatevole, affinché siamo affascinati dalla bellezza di Gesù, Sacramento del tuo Amore Misericordioso. Preghiamo:

Tutti: Ascoltaci o Signore.

CELEBRANTE: Teresa ha detto: "Sì, lo sento, quando sono caritatevole, è Gesù che agisce in me; più sono unita a Lui, amo di più tutte le mie sorelle" (Ms C, 12v°).

Lettore: Padre, sull'esempio di Santa Teresa e per la sua intercessione, accendi nei nostri cuori il fuoco del tuo Spirito Santo, affinché in mezzo ai nostri fratelli, come Gesù, conosciamo il tuo sorriso che riscalda, la tua parola che libera, la tua mano che aiuta con efficacia. Preghiamo:

Tutti: Ascoltaci o Signore.

CELEBRANTE: Teresa ha detto: "O mio Gesù, ti amo, amo la Chiesa mia Madre... (Ms B, 4v°) Vorrei annunciare il Vangelo nelle cinque parti del mondo e fino nelle isole più lontane (Ms B, 3r°); nel cuore della Chiesa sarò l'Amore" (Ms B, 3v°).

Lettore: Padre, sull'esempio di Santa Teresa, patrona universale delle missioni, e per la sua intercessione, incendia del tuo Spirito d'Amore il cuore di tutti i cristiani affinché la Chiesa non cessi mai di annunciare il messaggio di Gesù al nostro mondo tormentato e di lodarti senza fine, con Maria e tutti i santi. Preghiamo:

Tutti: Ascoltaci o Signore.

CELEBRANTE: Padre Santo, che ti riveli ai piccoli e hai aperto a Santa Teresa di Gesù Bambino, Patrona delle Missioni e Dottore della Chiesa, i misteri del tuo regno, donaci un cuore povero e fiducioso perché la nostra vita sia trasformata in lieto annuncio del tuo amore misericordioso. Per Cristo nostro Signore. Amen.